Colpisce il tono molto secco, a partire dal titolo. Perché mio papà la leggeva tutti i giorni. Goffredo Boselli e a sr. Antonella Casiraghi hanno dichiarato di accettare, seppure in spirito di sofferta obbedienza, tutte le disposizioni contenute nel Decreto della Santa Sede del 13 maggio 2020. Enzo Bianchi ma anche altri tre membri della comunità: sr. Antonella Casiraghi, già sorella responsabile generale, fr. Copyright 2021 ©AvvenireP.Iva 00743840159. Enzo Bianchi, fr. Come lungo e sofferto è stato per Bose … Cinquantacinque anni dopo averla fondata, Enzo Bianchi deve fare le valigie e lasciare la Comunità monastica di Bose. A distanza di quasi tre mesi dal decreto approvato dal Papa (26 maggio) circa la comunità monastica di Bose la situazione è solo parzialmente risolta. La stessa imposizione che dovranno osservare altri due fratelli di Bose, Goffredo Boselli e Lino Breda. Per ordine del Vaticano, con un decreto firmato dal segretario di Stato il cardinale Pietro Parolin. Perché è un giornale internazionale.Perché ci trovo le notizie e i racconti della mia città. E lo hanno scritto nella loro relazione consegnata alle autorità vaticane. Leggo La Stampa da quasi 50 anni, e ne sono abbonato da 20. Il fondatore dovrà trasferirsi altrove, Padre Enzo Bianchi, 77 anni, fondatore della Comunità di Bose. C’è un negazionismo suicida”, Raggi e Zingaretti in Vaticano dal Papa, auguri di buon anno e colloqui su vaccini e pandemia, Economia in Quark - Due crisi di governo a confronto: l'assalto a Washington e il Recovery Fund, Basket, il tiro disperato allo scadere per la lega spagnola è già il canestro dell'anno. È un quotidiano liberale e moderato come lo sono io. Quel «maledetto» non suona propriamente come una resa. Anzi si è tradotta in frequenti momenti di incomprensione «per quanto riguarda l’esercizio dell’autorità del fondatore, la gestione del governo e il clima fraterno», si legge nel comunicato apparso sul sito di Bose. Goffredo Boselli, Fr. Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente “ Ritrovare la rotta in mezzo alla burrasca. Altro che clima fraterno tra «fratelli e sorelle», monaci e monache da anni sarebbero «spaccati da correnti, invidie e lotte di governo». Il giorno dopo il terremoto, i fratelli e le sorelle di Bose – una novantina sparsi in cinque comunità oltre alla sede storica nel Biellese – hanno scelto il silenzio. Perché il decreto, datato 13 maggio 2020, che porta la firma del segretario di Stato vaticano, cardinale Pietro Parolin, ed è stato «approvato in forma specifica dal Papa», non è appellabile. “ Complicate dalla celebrità del fondatore, considerato «eretico» da gran parte della galassia cattolica ultraconservatrice, ma allo stesso tempo seguitissimo punto di riferimento spirituale oltre che letterario. E con l’avallo, sofferto, del Papa. Una decisione dolorosa che è però frutto di un lungo e sofferto discernimento. Da due anni sono passato al digitale. 2019/1, p. 18. Fuori dall’ecclesiale: Bianchi «deve separarsi dalla Comunità» perché dopo essersi dimesso, nel gennaio 2017, ha continuato a imporre la sua autorità di fondatore, mettendo in difficoltà il suo successore, il priore fratel Luciano Manicardi. Fr. E una sorella, Antonella Casiraghi. Tensioni tra Enzo Bianchi, fondatore di Bose, e il nuovo priore Luciano Manicardi: allontanato con Goffredo Boselli, Lino Breda, Antonella Casiraghi. GNN - GEDI gruppo editoriale Nessuno, evidentemente, avrebbe desiderato che la situazione giungesse a questo punto. Tutti decadono dai loro incarichi, come conferma una nota di Bose. E una sorella, Antonella Casiraghi. Se la politica finisce nel buco nero, Vaccini, il governo accelera: “Gli over 80 già a gennaio e gli insegnanti entro marzo”, Così l’Italia deciderà chi curare prima: polemiche sul nuovo piano pandemico, Le migliori offerte Amazon: tecnologia a prezzi scontatissimi, Apple Air Pods - Seconda generazione con custodia di ricarica € 129,99 (-50 euro), Le offerte sui prodotti per casa e cucina che usi ogni giorno, Mascherine monouso con filtro, tre strati - 50 pezzi. Bose ritrova la serenit ... Stesso tempo di “assenza forzata”, ma con una destinazione ancora diversa, per Antonella Casiraghi, la sorella compresa nella stessa decisione vaticana. La prima sfida è superare i grandi «disagi e incomprensioni». La tempesta si è abbattuta dopo una lunga a approfondita ispezione di tre inviati del Pontefice, padre Guillermo León Arboleda Tamayo, padre Amedeo Cencini e madre Anne-Emmanuelle Devêche, che hanno alloggiato nelle celle di Bose dal 6 dicembre al 6 gennaio scorsi. Da Oltretevere arriverà anche un delegato pontificio, lo stesso Cencini, che avrà il compito di supervisionare questa fase di transizione così travagliata e fare in modo che Manicardi possa guidare liberamente e senza interferenze la Comunità. Ora la grande prova è rappresentata dallo sforzo di evitare strappi troppo dolorosi. Un sogno da portare avanti! Con Bianchi devono andarsene i suoi fedelissimi fratel Goffredo Boselli, fratel Lino Breda e suor Antonella Casiraghi. È la sofferta decisione presa dalla Santa Sede e comunicata dalla stessa Comunità al termine della Visita apostolica che si è svolta dal 6 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020. Oltretevere fanno notare che già nel 2014 c’era stata una visita apostolica con rappresentanti del Vaticano, «e già allora la richiesta di un controllo era arrivata dalla stessa Comunità con il consenso di fratel Enzo Bianchi». “Il Nuovo Testamento greco-latino-italiano”, Le Messe in diretta tv e social di domenica 10 gennaio, L'addio di Carpi allo scout Enrico, 22 anni, "spartito nelle mani di Dio", Dalle chitarre alla Rainbow: addio a don Pigini, prete imprenditore, Ecco il paziente 1: una ragazza di Milano con dermatosi a novembre 2019, Il nuovo Dpcm: mezza Italia rischia di andare in zona arancione, 12.532 nuovi casi, 448 morti. senza alcuna variazione del prezzo finale. «Situazione tesa» con il successore e «clima non fraterno». Casiraghi Antonella. Antonella Casiraghi, monaca del Monastero di Bose – organizzatrice di “Beati quelli che camminano” “Quando i giovani incontrano il buon cinema non può che uscire il meglio di essi. Enzo Bianchi, assieme a fr. Enzo Bianchi, assieme a fr. Goffredo Boselli, fr. Indietro non si può tornare. Lino Breda e suor Antonella Casiraghi “dovranno separarsi dalla Comunità Monastica di Bose e trasferirsi in altro luogo, decadendo da tutti gli incarichi attualmente detenuti”. Una cosa è certa. Enzo Bianchi, assieme a fr Goffredo Boselli e a sr. Antonella Casiraghi hanno dichiarato di accettare, seppure in spirito di sofferta obbedienza, tutte le disposizioni contenute nel Decreto della Santa Sede del 13 maggio 2020. Non è un fulmine a ciel sereno, però, perché da tempo venti di burrasca hanno oscurato l’orizzonte del monastero nel biellese simbolo di ecumenismo e dialogo tra cristiani. Una svolta consensuale, anzi auspicata dallo stesso fondatore, che però non ha dato i frutti sperati. It was considered necessary to specify that the aforementioned measures concern Br Enzo Bianchi, Br Goffredo Boselli, Br Lino Breda, and Sr Antonella Casiraghi, who will have to separate themselves from the Monastic Community of Bose and move to another place, forfeiting all positions currently held.” E lo dovrà fare con altri due fratelli e una sorella: Goffredo Boselli, Lino Breda, e Antonella Casiraghi. L'allontamento di Enzo Bianchi da Bose non è una sorpresa, tutto nasce da un'ispezione del 2014, Pedofilia nella Chiesa, così denunciava padre Bianchi: "Ci voleva più tempestività". Questo sito usa cookie di terze parti (anche di profilazione) e cookie tecnici. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso Anche Bose aveva però da tempo la necessità di trovare nuove modalità per vivere pienamente il suo carisma, per rimettere a punto «le linee portanti di un processo di rinnovamento che – come auspicato dalla comunità stessa – infonderà rinnovato slancio alla nostra vita monastica ed ecumenica». L’ex priore Enzo Bianchi invece, in una nota, si appella alla Santa Sede «perché ci aiuti e, se abbiamo fatto qualcosa che contrasta la comunione, ci venga detto. Dei quattro membri che avrebbero dovuto trovare una sistemazione altrove due fratelli (Lino Breda e Goffredo Boselli) e la sorella (Antonella Casiraghi) hanno trovato una soluzione concordata con il Delegato pontificio, mentre fr. «All’indomani della solennità della Pentecoste, la Comunità di Bose ha accolto la notizia che il suo fondatore, fr. Ma soprattutto il più duro: «Quando giunge il fallimento, la sconfitta, non rinunciare mai alla verità, perché anche nell’umiliazione la verità va glorificata: solo se ferisce la carità la verità può essere celata, e maledetto sia colui per il quale la verità va detta senza pensare alla carità fraterna». All’indomani della solennità della Pentecoste, la Comunità di Bose ha accolto la notizia che il suo fondatore, fr. Nel 1968 lo seguono e raggiungono i primi fratelli e sorelle futuri monaci, che oggi sono un’ottantina di cinque diverse nazionalità. prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la Enzo Bianchi, fondatore della comunità monastica di Bose, deve lasciare la sua “casa”. Per ora Enzo Bianchi, Goffredo Boselli, Lino Breda e Antonella Casiraghi non hanno abbandonato il monastero. Conte: attesa un'impennata di contagi. Dei quattro membri che avrebbero dovuto trovare una sistemazione altrove due fratelli (Lino Breda e Goffredo Boselli) e la sorella (Antonella Casiraghi) hanno trovato una soluzione concordata con il Delegato […] È la sofferta decisione presa dalla Santa Sede e comunicata dalla stessa Comunità al termine della Visita apostolica che si è svolta dal 6 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020. Luisella Crosati in "La Nuova Bussola Quotidiana 3 giugno 2020. La decisione del Vaticano dopo l’invio di tre messi in visita apostolica a dicembre scorso. Enzo Bianchi, Fr. Ci vorrà tempo però per rimarginare quella che comunque, rimane una ferita profonda e dolorosa. Oggi però Enzo Bianchi ha spiegato di non aver mai contestato «con parole o fatti l’autorità del legittimo priore Luciano Manicardi, un mio collaboratore stretto per più di vent’anni, quale maestro dei novizi e vicepriore della comunità, che ha condiviso con me in piena comunione decisioni e responsabilità». Perché a quattro anni mia mamma mi ha scoperto mentre leggevo a voce alta le parole sulla Stampa. Goffredo Boselli e a sr. Antonella Casiraghi hanno dichiarato di accettare, seppure in spirito di sofferta obbedienza, tutte le disposizioni contenute nel Decreto della Santa Sede del 13 maggio 2020. Fr. “ Abito in un paesino nell'entroterra ligure: cosa di meglio, al mattino presto, di.... un caffè e La Stampa? Siamo grati al Signore che ci offre la possibilità di incontrare sorelle nella fede e nella forma di vita e ci auguriamo che questi scambi possano proseguire. «Non ha saputo fare davvero un passo indietro, e neanche di lato», è l’accusa mossa da decine di confratelli, che hanno «testimoniato liberamente». CHIESA: Chiesta maggiore trasparenza sui recenti fatti di Bose ... La decisione riguarda non solo il fondatore fr. Mio padre e mia madre leggevano La Stampa, quando mi sono sposato io e mia moglie abbiamo sempre letto La Stampa, da quando son rimasto solo sono passato alla versione digitale. Le questioni sono esclusivamente confinate alle «mura» del monastero dunque, e riguardano la gestione del comando e dell’amministrazione. Poiché, tuttavia, a partire dalla notifica del decreto, l’ annunciato rifiuto dei provvedimenti da parte di alcuni destinatari ha determinato una situazione di confusione e disagio ulteriori, si ritiene necessario precisare che i provvedimenti di cui sopra riguardano Fr. Né certamente il Vaticano, né la comunità che ha sopportato mesi di incomprensioni e di fatiche relazionali. La Stampa tutta, non solo i titoli....E, visto che qualcuno lavora per fornirmi questo servizio, trovo giusto pagare un abbonamento. Enzo Bianchi, fondatore della comunità monastica di Bose, deve lasciare la sua “casa”.. E lo dovrà fare con altri due fratelli e una sorella: Goffredo Boselli, Lino Breda, e Antonella Casiraghi.La comunicazione ufficiale è arrivata nella tarda serata con un comunicato ufficiale pubblicato sul sito della comunità. Continuando a navigare accetta i cookie. Lino Breda e suor Antonella Casiraghi «dovranno separarsi dalla Comunità Monastica di Bose e trasferirsi in altro luogo, decadendo da tutti gli incarichi attualmente detenuti». Ho comprato per tutta la vita ogni giorno il giornale. Enzo Bianchi, fr. Papa Francesco riceve in udienza Enzo Bianchi, il 12 gennaio 2019 - Vatican Media / Lapresse. I suoi 60mila follower hanno notato due tweet eloquenti di queste ultime ore. «Ciò che è decisivo per determinare il valore di una vita non è la quantità di cose che abbiamo realizzato ma l’amore che abbiamo vissuto in ciascuna delle nostre azioni: anche quando le cose che abbiamo realizzato finiranno l’amore resterà come loro traccia indelebile». Enzo Bianchi, fr. La Panda 4x4 sfida la Ferrari SF90 sulla neve chi vincerà? Troppo forte la personalità di Enzo Bianchi per non rischiare che quella ricchezza si traducesse anche in un ingombro. La comunità di Bose con la loro proposta spirituale e il lavoro di Acec che con “la settima arte” sa andare in profondità, hanno creato anche quest’anno un mix sapiente e di qualità. Sarebbe il segno che da almeno sette anni è «tesa e problematica la situazione nella nostra Comunità per quanto riguarda l’esercizio dell’autorità del Fondatore». Sarebbe spiacevole disperdere un percorso d’unità che ha segnato nell’ultimo mezzo secolo una traccia luminosa nella vita della Chiesa. Veti incrociati, polemiche e veleni. La presenza della nostra sorella responsabile, sr. Antonella Casiraghi, e l’incontro con le sorelle e i fratelli della nostra comunità hanno consentito il crearsi di un clima realmente fraterno. Il dialogo quindi, coordinato da padre Amedeo Cencini, cui è stato affidato l’incarico di delegato pontificio, non si ferma e l’auspicio di tutti è che, nel rispetto del decreto della Segreteria di Stato, si possa arrivare ad una soluzione condivisa. In questo progetto è apparso ai visitatori apostolici – la delegazione vaticana era composta dall’abate Guillermo Leon Arboleda Tamayo, da padre Amedeo Cencini e da suor M. Anne-Emmanuelle Devéche, abbadessa di Blauvac – che dal 6 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 sono rimasti a Bose raccogliendo testimonianze e pregando insieme ai fratelli, che la presenza del fondatore potesse rappresentare motivo di incomprensioni e non agevolare la risoluzione di problemi e tensioni. Il documento (LEGGI QUI) impone al fondatore di Bose, l’ex priore Enzo Bianchi, di allontanarsi dalla comunità «e trasferirsi in altro luogo, decadendo da tutti gli incarichi attualmente detenuti». Una decisione dolorosa che è però frutto di un lungo e sofferto discernimento. “All’indomani della solennità della Pentecoste, la Comunità di Bose ha accolto la notizia che il suo fondatore, fr. La carta stampata è un patrimonio democratico che va difeso e preservato. Goffredo Boselli, fr. Tenendo conto della rilevanza ecclesiale ed ecumenica della Comunità di Bose e dell’importanza che essa continui a svolgere il ruolo che le è ... Fr. Lino Breda, segretario della comunità, e fr. Ma anche le forti resistenze dello stesso Bianchi, che secondo fonti di Bose non ha accettato lo strappo e vuole proseguire nella sua dimora perlomeno studi e lavori di scrittura, spesso diventati libri ai primi posti delle classifiche editoriali. Costoro, come autorità supreme che da adesso hanno competenza diretta e immediata su Bose, portano il decreto sanzionatorio a «fr. Il priore di Bose, Enzo Bianchi decade da tutti gli incarichi detenuti, dovrà separarsi dalla Comunità e trasferirsi in un altro luogo. Bianchi era rimasto priore del monastero di Bose fino al 2017, ... Lino Breda e Antonella Casiraghi, tre membri storici che avevano ruoli di rilievo all’interno della comunità. Enzo Bianchi è ancora a Bose. I tre «visitatori apostolici» hanno appurato che «gravi problemi» minano «l’esercizio dell’autorità interna». Usa, il Papa: “Le Autorità promuovano la riconciliazione e tutelino la democrazia”, Il Papa: “Farò il vaccino anti-Covid. Da parte nostra, nel pentimento siamo disposti a chiedere e a dare misericordia». “ Ma Bianchi invoca l’aiuto della Santa Sede, Cei: «Confrontarsi con le domande della vita anche nella pandemia», La prima Messa dopo 54 anni nel luogo del Battesimo di Gesù, Alla scuola della Buona Notizia. E ancora meno Enzo Bianchi che ora però vorrebbe una soluzione meno traumatica, magari con la possibilità di continuare a risiedere in quell’angolo di Piemonte, sulla serra di Ivrea, in cui ha cercato per oltre mezzo secolo di ricreare il clima e le modalità della Chiesa delle origini. È la grande sfida della Comunità di Bose che sta attraversando il momento più cupo della sua storia. Con Bianchi devono andarsene i suoi fedelissimi fratel Goffredo Boselli, fratel Lino Breda e suor 27 Mag Così il Vaticano ha deciso di allontanare Enzo Bianchi da Bose, la sua creatura Saved in: Blog by Aldo Maria Valli; Cari amici di Duc in altum, ecco come VaticanNews dà notizia del provvedimento, preso dal Vaticano, in base al quale il fondatore della comunità monastica di Bose, Enzo Bianchi, dovrà lasciare il monastero. consulenza di esperti. Visualizza i profili delle persone che si chiamano Antonella Casiraghi su Facebook. "All'indomani della solennità della Pentecoste, la Comunità di Bose ha accolto la notizia che il suo fondatore, fr. All’indomani della solennità della Pentecoste, la Comunità di Bose ha accolto la notizia che il suo fondatore, fr. Enzo Bianchi lascia la Comunità di Bose, da lui stesso fondata nel 1965. Non è ancora chiaro quali siano stati i reali problemi a portare la Santa Sede a disporre l'allontanamento di Enzo Bianchi, insieme a Goffredo Boselli e Antonella Casiraghi, dalla Comunità di Bose. Come lungo e sofferto è stato per Bose quest’ultimo triennio, da quando cioè nel 2017 Enzo Bianchi aveva deciso di cedere la guida della comunità ed era stato eletto al suo posto fratel Luciano Manicardi. Di fatto però la comunità è stata costretta per mesi a vivere in bilico tra il rispetto per la presenza importante del fondatore, con tutto il peso del suo carisma, e la fatica del nuovo priore di individuare nuove modalità per rilanciare il percorso profetico tracciato 55 anni fa, una coraggiosa sfida ecumenica che ha saputo rappresentare una voce di speranza per i cristiani di ogni confessione. di Bose, 27-05-2020). S.p.A. Né rassegnazione. Dalla Santa Sede arriverà un delegato pontificio, «con pieni poteri». uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione Bianchi, 77 anni, dopo gli studi alla Facoltà di Economia e Commercio dell’Università di Torino, si è trasferito a Bose, una frazione del Comune di Magnano sulla Serra di Ivrea, con l’intenzione di dare inizio a una comunità monastica. Molti fratelli e sorelle di Bose considerano il decreto “ un’ingiustizia ”. «Finalmente», sospirano in molti. Come lui stesso ieri ha ammesso: «Comprendo che la mia presenza possa essere stata un problema». Si cercano soluzioni condivise dopo il decreto che ha imposto all'ex priore di lasciare la comunità. Lino Breda e sr. Antonella Casiraghi, i Enzo Bianchi, assieme a fr. Goffredo Boselli, fr. Pago le notizie perché non siano pagate da altri per me che cerco di capire il mondo attraverso opinioni autorevoli e informazioni complete e il più possibile obiettive.