Saliamo tre gradini e per la prima volta attraversiamo la strada asfaltata (m. 820). Un cartello parla della trincea sottostante. Dopo un breve tratto in leggera discesa, continuiamo in salita (m. 1235). Riprendiamo a salire (m. 1065). Presso una curva a destra trascuriamo Vicolo Corto che si stacca alla sinistra. Proseguiamo quasi in piano. Il percorso, lungo 4 chilometri con 220 metri di dislivello, consente ad escursionisti e famiglie di raggiungere la vetta del Legnoncino in meno di un'ora. Subito percorriamo un tornante destrorso (m. 1010). Alla destra c'è una fila di pietre inserite di taglio nel terreno; alla sinistra vediamo un ruscello incassato; in alto un cavo scorre parallelo. I segnavia indicano: Artesso m. 1210; a sinistra: Cannoniere Artesso a ore 0.05, Sommafiume a ore 0.15, Posallo -Fine DOL- a ore 1.30; a destra: Roccolo Artesso a ore 0.05, Alla sinistra scorre un ruscello incassato nel terreno circostante. Ci immettiamo su di una sterrata. Il monte Legnoncino percorso in mtb è una meta monto conosciuta dai biker che frequentano il lago di Como.Offre panorami spettacolari sul lago e su tutte le valli sottostanti. La via di salita più conosciuta e più battuta parte dal rifugio Roccoli Lorla (CAI di Dervio), raggiungibile in automobile percorrendo la panoramica strada che si inerpica nella Val Varrone. Superiamo una curva verso sinistra e subito, per un breve tratto, alla destra troviamo un muro di pietre a secco. Si prosegue quindi lungo il sentiero vicino al piccolo Eremo di San Sfirio: qui il sentiero si fa ancora più stretto ma non presenta mai particolari pericoli. N. 1 di 2 Cose da fare a Introzzo. Altri segnavia indicano, a sinistra: Rifugio Roccoli Lorla m. 1468 CAI Sezione Dervio, Agrogno a ore 0.45, Bivacco Silvestri -Cà de Legn- a ore 2.15, Monte Legnone a ore 3.30; diritto: Vetta MONTE LEGNONCINO ( mt. Troviamo un cartello che segnala trincee e postazioni. Con leggera pendenza e pochi tornanti si guadagna un piccolo balcone panoramico a picco sul lago (1600 m). Ci troviamo in un bosco con alberi di castagno e qualche betulla. Out of these cookies, the cookies that are categorized as necessary are stored on your browser as they are essential for the working of basic functionalities of the website. Qui è stata posizionata una piccola area pic-nic da cui la vista è già impagabile ma si consiglia di effettuare ancora un piccolo sforzo e raggiungere la vetta. Poco dopo alla sinistra troviamo una fontana con vasca in cemento e un tavolone con relative panche. Altri segnavia indicano con un sentiero a sinistra: Agrogno a ore 0.45, Bivacco Silvestri -Cà de Legn- a ore 2.15, Monte Legnone a ore 3.30. Editore Lyais Edizioni. Più avanti alla sinistra troviamo un muro di pietre a secco. Continuiamo quasi in piano. Breve descrizione itinerario. Alla destra scorre un ruscello (m. 945). 15 recensioni. Una bella escursione sul Monte Legnone, la montagna più alta della provincia lecchese con i suoi 2609 metri, che sovrastano il lago di Como, nell’alto Lario, proprio dove il fiume Adda si immette. Superata Vestreno, ad un bivio, prendiamo sulla sinistra la provinciale 67 dir III (cartello indicatore per il Rifugio Bellano) con la quale raggiungiamo Sueglio. Percorriamo due curve destra-sinistra e vediamo una freccia bianca ricurva con la punta a sinistra. Percorriamo un tornante sinistrorso e riprendiamo a salire (m. 960). Continuiamo con poca pendenza. Lasciamo a sinistra Via Crosète. Per un breve tratto il sentiero è incassato nel terreno circostante. Puoi acquistare il libro in tutte le librerie oppure online: Il portale dei Rifugi di Lombardia nasce grazie alla collaborazione di Assorifugi e Regione Lombardia, Associazione Gestori Rifugi Alpini e Escursionisti della Lombardia - C.F 99 005 140 175, Per usufruire di tutte le funzionalità del portale aggiorna. luce con una torcia elettrica (m. 1405). Alla sinistra ci sono dei paletti di cemento. Il Monte Legnone è sicuramente tra le cime più note delle Alpi lombarde e raggiungerne la vetta è di grande soddisfazione per ogni escursionista in quanto, dall’alto dei suoi 2609 metri, offre un eccezionale panorama a 360° su gran parte dell’arco alpino. 2012-Legnoncino 9 mar. Percorriamo un tornante destrorso molto ampio (m. 1250). Percorriamo una curva verso sinistra (m. 1000). La chiesetta di San Sfirio e sullo sfondo il Lago di Como. Dopo pochi passi raggiungiamo il Vediamo un bollo bianco sul tronco di un albero alla destra. Poco più in basso alla sinistra vediamo un baitello verde. Superiamo subito uno zig-zag sinistra-destra. Superiamo un breve tratto su fondo roccioso e continuiamo su sentiero sterrato. Su di un pilone in cemento vediamo un segnavia rosso, blu e bianco a strisce orizzontali e, per la settima volta, attraversiamo la strada asfaltata (m. 1040). In leggera salita superiamo due semicurve destra-sinistra (m. 1390). Superiamo una curva verso sinistra con il fondo in cemento e pietre (m. 1265).   Terminato il tornante  continuiamo con un'ampia curva verso sinistra (m. 1260). Sull'altro lato, un segnavia indica gli appostamenti di artiglieria e continuiamo diritto in salita con la mulattiera, tra radi alberi. Il Monte Legnone è una montagna delle Alpi alta 2.609 m s.l.m., la cima più alta della provincia di Lecco e del settore più occidentale delle Alpi Orobie.La vetta del Legnone si eleva a punto tale da essere chiaramente visibile da Milano e dalla Brianza Monte Legnoncino #vacanzeinquota Il Monte Legnone è sicuramente tra le cime più note delle Alpi lombarde e raggiungerne la vetta è di grande soddisfazione per ogni escursionista in quanto, dall’alto dei suoi 2609 metri, offre un eccezionale panorama a 360° su gran parte dell’arco alpino. Direzione Monte Legnoncino Ad un tratto incontriamo la strada provinciale: attraversato Vestreno (mt. Stiamo iniziando l'aggiramento del Monte Legnoncino lungo il versante nord; qui il sole arriva raramente e solo nella bella stagione. Alla sinistra c'è un parapetto di legno e, poco sotto, l'ingresso sbarrato di una galleria. All'uscita del tunnel andiamo a sinistra e con la provinciale 67 risaliamo la Val Varrone. Monte Legnoncino 1714 m. Viste le previsioni, fortunatamente errate, pensiamo ad un giro su sentieri fattibili anche con l’ombrello. Il Monte Legnone è sicuramente tra le cime più note delle Alpi lombarde e raggiungerne la vetta è di grande soddisfazione per ogni escursionista in quanto, dall’alto dei suoi 2609 metri, offre un eccezionale panorama a 360° su gran parte dell’arco alpino. 587) (km. Alla destra c'è il Laghetto di Artesso. Proseguiamo in leggera salita tra radi larici. Ci incamminiamo in leggera salita seguendo Via Piave. Rifugio Roccoli Lorla - Monte Legnone. Superiamo Vestreno, Introzzo e Tremenico dove voltiamo a sinistra. Saliamo con maggiore pendenza. Nahimutang ni sa lalawigan sa Provincia di Lecco ug rehiyon sa Lombardia, sa amihanan-kasadpang bahin sa nasod, 500 km sa amihanan-kasadpan sa Rome ang ulohan sa nasod. 558 di dislivello) riprendiamo ad alzarci verso Introzzo ma, poco dopo, all’incrocio teniamo a sinistra per Sueglio . All'uscita del tunnel andiamo a sinistra e con la provinciale 67 risaliamo la Val Varrone. Lasciamo la statale 36 a Dervio, al km. Il ruscello passa sotto alla mulattiera e per alcuni metri ci accompagna. Con poca pendenza percorriamo tre semicurve: dx-sx-dx. Troviamo tre paletti alla destra, prima di un tornante sinistrorso (m. 1015). Ripartiamo sull'altro lato con un sentiero a gradini (che consente di tagliare un tornante destrorso della strada). Superiamo una semicurva verso sinistra. Presso una semicurva verso destra vediamo una freccia bianca. Legnoncino a ore 1, Strada Militare, Percorso Botanico; a destra: direttissima del Legnoncino. Ci immettiamo sulla strada asfaltata e, non vedendo un sentiero che continua diritto sull'altro lato, la seguiamo verso sinistra in leggera salita (m. 1170). Con poca pendenza arriviamo al termine del bosco. Il punto di partenza è il rifugio Roccoli dei Lorla, collocato sull'ampia sella che separa il monte Legnoncino (m. 1714), a sud-ovest, dal fratello maggiore, il monte Legnone (m. 2609), ad est. Lasciata l'auto ci incamminiamo verso destra quasi in piano contornando il laghetto. Proseguiamo tra altre case/baite. Qui troviamo un laghetto circondato dai larici e un'area attrezzata a picnic con tavoloni e panche. Giriamo a sinistra. Dopo pochi passi verso destra sulla strada riprendiamo la mulattiera. Poco dopo saliamo tre gradini e per la quarta volta ci immettiamo sulla strada (m. 915). (Gruppo Escursionisti Bellanesi). Presso una curva verso sinistra troviamo un palo di legno e un bollo bianco. Per un tratto abbiamo una staccionata sul lato destro. Sentiero da Pagnona al Rifugio Griera: passeggiata lungo la strada militare. sinistra: Trincee - Tracce a ore 0.05. Presso una curva verso sinistra vediamo un bollo bianco dipinto su di una pietra della mulattiera (m. 975). Le case terminano e inizia il bosco (m. 805). Giovanni Del Tredici, Elena Fattarelli, COLICO E IL MONTE LEGNONE, SENTIERI E STORIA, 2007 Continuiamo con tre curve: sx-dx-sx. Giriamo a sinistra. Troviamo altri segnavia che indicano: Rifugio Bellano m. 1309; davanti con la DOL: Trincea a ore 0.15, Galleria Mitragliera a ore 0.30, Rif. Continuiamo con un vialetto verso delle case bianche e superiamo due tornanti sinistra-destra. Il monte Legnoncino è una bellissima vetta prealpina ed è la seconda vetta per altezza del gruppo del Legnone, dalla sua cima è possibile ammirare un bellissimo panorama verso il lago. Raggiungiamo la prima casa e alla sua sinistra saliamo altri gradini (m. 1150). Tornati sulla strada, la attraversiamo (quinta volta) e, accanto a due paletti di legno che reggono una catena, riprendiamo la mulattiera (m. 925). Alla sinistra ci sono una roccetta seguita da una staccionata. Continuiamo in leggera salita tra case e recinzioni. Dopo un tratto in leggera discesa continuiamo quasi in piano e raggiungiamo la prima trincea che scorre parallela poco più in basso alla sinistra del sentiero (m. 1325). “Fratello” minore del Monte Legnone, il Legnoncino raggiunge i 1711 metri di quota. Legnoncino 16 ag. Ora la strada si restringe alquanto però è sempre asfaltata e con vari tornanti giunge fino all'insellatura tra il Legnoncino a sinistra e il Legnone a destra. Dopo un breve tratto quasi in piano proseguiamo con poca pendenza. Subito dopo la mulattiera passa all'esterno di un tornante sinistrorso della strada asfaltata (m. 875). Rifugio Roccoli Lorla, su una sella ad Est del Monte Legnoncino, m 1463, di proprietà del CAI Dervio. Poco sotto alla sinistra inizia la seconda trincea. 2011 - Legnoncino 22 febb. Sicuramente meno noto rispetto al celebre Monte Legnone, il Monte Legnoncino offre una piacevole e tranquilla passeggiata.Il dislivello contenuto e la facilità di accesso fanno di questa escursione una passeggiata adatta anche a famiglie con bambini. Terzo itinerario: da Sueglio Lasciato a sinistra il rifugio continuiamo diritto. Un ruscello la attraversa passandole sotto. Superiamo altre due curve sinistra-destra vicine tra loro (m. 1005). Rifugio Bellano (m. 1280). Dopo una curva verso destra continuiamo in leggera salita (m. 1020). Poco dopo alla sinistra c'è un altare di pietra. Troviamo dei cespugli di rododendro. Poco dopo per un tratto si allarga e si restringe. Lungo la sua cresta Ovest spunta una piccola elevazione di 1715 metri che prende il nome di Monte Legnoncino, capace di offrire agli escursionisti una piacevole e tranquilla passeggiata con panorami che lasciano letteralmente “a bocca aperta”. Con il guard-rail alla sinistra percorriamo una curva verso destra. In basso a sinistra, tra gli alberi riusciamo a vedere il Lago di Como con la penisola di Piona. Davanti cominciamo a vedere le case di Loco Tocco (m. 890). Il Rifugio Roccoli Lorla è situato tra il Legnone e il Legnoncino. (m. 1160). Tempo impiegato: ore 0.05 - Dislivello: m. 10 La mulattiera si riduce a sentiero e procede con poca pendenza (m. 1310). All'uscita del tunnel andiamo a sinistra e con la provinciale 67 risaliamo la Val Varrone. Il bosco diventa meno rado e, presso una curva verso destra (m. 1060), troviamo una freccia bianca e un cartello che segnalano il Rifugio G.E.B. In breve si raggiunge la panoramica vetta, da cui si gode di un notevole panorama sul lago; si rientra per la medesima via di salita. Un cartello segnala alla destra il sentiero della direttissima G.E.B. Continuiamo come già descritto nel secondo itinerario fino al Rifugio Roccoli Lorla. Vediamo un bollo bianco su di un palo di metallo e troviamo altre case/baite (m. 1120). Per la terza volta sbuchiamo sulla strada asfaltata. Dopo una curva verso sinistra proseguiamo con maggiore pendenza. Percorriamo due curve sinistra-destra vicine tra loro (m. 765). Questa facile passeggiata è particolarmente indicata alle famiglie con bambini piccoli: in circa un’ora è possibile raggiungere l’aerea vetta lungo una comoda vecchia strada militare. Proseguiamo con un tornante destrorso (m. 965). 1711) In una bella limpida giornata prendiamo, ore 6:40, a Menaggio il traghetto per Varenna dove, volendolo, si potrebbe salire a Castel Vezio ed ammirare un osservatorio, chiuso, e delle postazioni per batteria blindata. Alla destra, dopo il roccolo, ci sono larici e betulle, mentre a sinistra un gruppo di faggi secolari precede una casa bianca. Itinerario n° 19 - Il Monte Legnoncino . Continuiamo con un tratto in salita e uno con poca pendenza.   I segnavia indicano: Artesso m. 1210; diritto: Roccolo Artesso a ore 0.05, Rifugio Bellano a ore 0.15, Trincea a ore 0.30; Raggiungiamo una bacheca e una palina con dei segnavia che indicano, a destra: Casermetta - Rifugio Bellano a ore 0.10, Postazione in caverna a Ca' Crosìn a ore 0.50, Complesso trincerato ore 1; a Con una curva a sinistra aggiriamo delle case. Montagne dalla natura aspra e selvaggia, Legnone e Legnoncino offrono tante escursioni che non presentano particolari difficoltà, ma richiedono comunque un pò di esperienza alpinistica ed abbigliamento adeguato. Impegno Fisico:elevato. San Sfirio scelse appunto il Monte Legnoncino e vi si stabilì. Dopo una curva verso sinistra proseguiamo in leggera discesa. Abbiamo così aggirato le case che vediamo poco sotto alla sinistra e non trovando il sentiero che riprende alla destra continuiamo con la strada (m. Dietro vediamo il Lago di Como. Percorriamo un tornante destrorso ignorando due sterrate che continuano diritto [attenzione perché un bollo bianco sul tronco di una betulla parrebbe indicare una di queste sterrate]. Percorriamo una curva verso sinistra e riprendiamo a salire. Superiamo una curva verso sinistra, riprendiamo a salire e vediamo un bollo bianco (m. 1080). Monte Legnoncino 1714 m (15) Rifugio Roccoli Lorla 1463 m (62) Sommafiume 1077 m (5) Geo-Tags: I Zeitbedarf: 2:00 Aufstieg: 504 m : Abstieg: 504 m : Strecke: Da Artesso (mt. Dopo un breve tratto in leggera salita continuiamo quasi in piano. Un cartello segnala una "zona speciale ungulati e beccacce". Troviamo un bollo bianco e proseguiamo con poca pendenza. Posizione della cima: Percorsi per raggiungerlo: Artesso - Monte Legnoncino Un cartello indica il divieto di transito ai veicoli. 1,714 metros ibabaw sa dagat kahaboga ang nahimutangan sa Monte Legnoncino, o 265 ka metros sa ibabaw sa naglibot nga tereyn.Mga 1.2 ka kilometro ang gilapdon sa tiilan niini. Giriamo a sinistra. in data Giovedì, 26 Novembre 2015. pubblicato in Itinerari---Ai Roccoli Lorla si può arrivare in diversi modi. Superiamo una curva verso sinistra. Alla destra oltre una staccionata di legno vediamo una casa mentre alla sinistra c'è un serbatoio GPL in un'area recintata con una rete metallica. In tal caso, dopo il garage invece di salire gli 11 gradini proseguiamo con la strada (m. 1135). Poco dopo, alla sinistra riparte il sentiero (che consente di evitare un tornante sinistrorso della strada presso il quale ci sono alcune case e un garage). Superiamo una curva verso sinistra (m. 1095). Vediamo un bollo bianco. Superiamo un breve tratto su fondo roccioso e continuiamo su sentiero sterrato. Aperto in estate e nei giorni festivi (tranne che in gennaio). Il Monte Legnone, con i suoi 2.609 metri di altezza, è una delle montagne più alte della zona, e visto in lontananza si mostra in tutta la sua imponenza. Percorso Botanico; dietro: Galleria Mitragliera a ore 0.20, Trincea a ore 0.30, Fortificazioni Artesso a ore 0.45; a sinistra: Sommafiume a 45 min., Colico. Superata Vestreno, ad un bivio, prendiamo sulla sinistra la provinciale 67 dir III (cartello indicatore per il Rifugio Bellano) con la quale raggiungiamo Sueglio. Siamo al cospetto dell’imponente mole del Monte Legnone. Alla destra troviamo il baitello dei servizi igienici. Continuiamo in salita, superiamo una stanga che troviamo alzata e raggiungiamo il Rifugio Roccoli Lorla (m. 1463). Il Monte Legnoncino è un punto molto panoramico delle Montagne del Lago di Como, facilmente raggiungibile con una semplice passeggiata alla portata di tutti.. Si raggiunge dalla strada provinciale 67 della Valvarrone, salendo da Dervio o scendendo da Premana.Giunti all’ abitato di Tremenico, si seguono le indicazioni per la località Roccoli Lorla (1463 mt). Continuiamo diritto su di una larga mulattiera. Il punto di partenza è il Rifugio Roccoli Lorla a quota 1460 m, da cui si prende l’evidente mulattiera (ex strada militare) il cui accesso è sbarrato alle auto. Il rifugio si trova sulla destra a pochi minuti di cammino in leggera salita. Alla destra troviamo la postazione di un cannone (m. 1340). Continuiamo in leggera salita. I segnavia indicano: Roccoli Lorla m. 1450; a destra: Rif. Non ci sono tour o attività prenotabili online nelle date selezionate. Per un breve tratto seguiamo la strada verso destra. Monte Legnoncino. Ben presto ritroviamo la strada, la attraversiamo per la decima volta e ripartiamo con un sentierino (m. 1200). Per un breve tratto, da entrambi i lati, c'è un corrimano fissato alle pareti della case. In basso alla destra vediamo una baita nel bosco (m. 1070). Punto di partenza: Rifugio Roccoli Lorla, Tremenico (LC), m 1469, Si ringrazia Luca Arzuffi autore del libro:  Troviamo una fontana all'incrocio con Via Scigascere a sinistra e Via V. Vascon a destra e proseguiamo diritto con una mulattiera. Il sentiero si divide solo per aggirare un alberello. Secondo itinerario: da Artesso Riprendiamo la mulattiera alla sinistra (m. 910). Trekking sul monte Legnone. Durata complessiva: 2:40 Difficoltà: mulatteria, sentiero escursionistico Un “grande” fratello minore. Dati: Dislivello:1146 m. Durata: 3h. Attraversiamo la strada asfaltata per la seconda volta e vediamo un cippo che segnala il km. Bellano; mentre la strada che alla destra scende a valle non è segnalata. Tempo impiegato: ore 1.10 - Dislivello: m. 270 -17 Il 17 agosto di ogni anno per venerare il santo si tiene una processione fino a questa chiesetta. Attraversiamo un prato. Una targa ricorda un giovane ventenne perito nel 1970 (m. 1400). Troviamo un cartellone che parla del Roccolo di Artesso, un tempo adibito alla cattura degli uccelli e, al termine della salita, lo raggiungiamo. Telefono: 0341.875014 : BIBLIOGRAFIA. Alla destra vediamo un'altalena. Apre ad ovest l’ampio arco delle Alpi Orobie. Giriamo a destra e dopo un tratto in lievissima discesa continuiamo in leggera salita (m. 1105). Un cartello segnala con un sentiero alla sinistra: Monte Bregagno a ore 2.30, Monte Grona a ore 1.45, Rifugio Menaggio a ore 1.45, Alpe Nesdale a ore 1.30, Sant'Amate a ore 1.15, Alpe Rescascia a ore 0.45; un altro indica, seguendo la sterrata, il Rifugio La Canua a ore 1.30. Un cartello segnala una "zona speciale ungulati e beccacce". Dietro vediamo in lontananza la Grona e il Costone del Bregagno. Superiamo due curve sinistra-destra vicine tra loro. Andiamo a sinistra e subito giriamo a destra. Alla sinistra, alcuni spazi tra gli alberi consentono una parziale veduta sulla parte alta del sottostante Lago di Como. Alla destra troviamo un'altra postazione per un cannone (m. 1345). Davanti vediamo sventolare il tricolore. Data escursione: agosto 2005 - novembre 2019 Try removing a filter, changing your search, or clear all to read reviews. Una freccia indica S. Bernardino. Imponente nonostante la quota non così eccelsa domina il piano di Colico, situato ai piedi delle sue irte pareti 2400 m più in basso. Un ruscello passa sotto alla mulattiera. Per alcuni metri, alla sinistra c'è il guard-rail. Quarantaquattro passi. Sbuchiamo sulla strada asfaltata, la attraversiamo per l'ottava volta e la seguiamo verso destra con un tratto in leggera discesa (m. 1140). This website uses cookies to improve your experience while you navigate through the website. Il Giro qui proposto permette di partire in prossimità del centro di Colico e salire sino alla vetta del sovrastante Monte Legnoncino sfruttando le piste sterrate ed i tratti di asfalto che si sviluppano lungo le sue pendici. Vediamo un bollo bianco sul tronco di un albero. All'interno della successiva curva a sinistra ignoriamo una stradina che sale verso una casa. Saliamo alcuni gradini di legno. Continuiamo quasi in piano. 2 (m. 900). Poco dopo il ruscello attraversa la mulattiera passandole sotto (m. 835). In salita percorriamo due tornanti destra-sinistra vicini tra loro (m. 1375). Per alcuni metri alla destra c'è il guard-rail (m. 1140). Percorriamo un tratto in salita, incassato tra le rocce, con una mulattiera a gradini. Pochi passi più avanti, dove c'è un baitello, voltiamo a destra e continuiamo quasi in piano aggirando il laghetto. Davanti vediamo un'altalena. Bukid ang Monte Legnoncino sa Italya. Superiamo una semicurva verso destra. 1.714) Kartennummer: Kompass n. 105 - … Percorriamo una curva verso destra (m. 840). Superiamo una curva verso destra. Pieghiamo a destra e proseguiamo in salita. Continuiamo quasi in piano (m. 1340). Dopo un tratto quasi in piano proseguiamo con poca pendenza. Alla sinistra troviamo un garage e subito dopo saliamo undici gradini (m. 1135). Superiamo una semicurva verso destra (m. 980). Continuiamo in salita in un fitto bosco (m. 1355). Percorriamo un tornante sinistrorso all'esterno del quale c'è un muro di pietre a secco. Continuiamo nel bosco. Alla destra troviamo la postazione di un cannone (m. 1340). Il punto di partenza è il rifugio Roccoli dei Lorla, collocato sull'ampia sella che separa il monte Legnoncino (m. 1714), a sud-ovest, dal fratello maggiore, il monte Legnone (m. 2609), ad est. Montagne. Da Sueglio ad Artesso abbiamo impiegato 1.20 ore per superare un dislivello di m. 475 -10 80,7. 10,3 - ore 1,30 - mt. Rifugio Bellano a ore 0.15, Trincea a ore 0.30. Percorriamo un ampio tornante destrorso (m. 1030). Percorrendo la via principale che si chiama Via Piave troviamo un grande parcheggio gratuito alla sinistra della strada e vi lasciamo la macchina (m. 745). Da qui brevemente si raggiunge la vetta (1711 metri slm),dove si trova la croce metallica e la statua dedicata alla Madonna. Dopo una curva verso destra passiamo sotto ad un altro portico (m. 770). Ricordo che tempo fa era possibile percorrerla per una ventina di metri facendosi Scegli un'altra data. Continuiamo con delle serpentine appena accennate: dx-sx-dx. In salita, su di una strada con il fondo in cemento e pietre, entriamo in un boschetto di larici. Percorriamo una semicurva verso destra e una curva verso sinistra lasciando a destra un piccolo parcheggio dove la sosta dalle 8 alle 20 è consentita per due ore (m. 790). N. 1 di 2 Cose da fare a Introzzo. dietro: Cannoniere Artesso a ore 0.05, Sommafiume a ore 0.15, Posallo -Fine DOL- a ore 1.30. Il Monte Legnone è l’ultimo vero baluardo ad W della catena orobica, separato dal lago di Como dal satellite Monte Legnoncino. Di tanto in tanto vediamo un bollo bianco-rosso sul tronco di un larice. Troviamo parecchi bolli verdi concentrati in questa zona. Proseguiamo quasi in piano (m. 1440). Troviamo un masso alla sinistra e poco dopo un altro alla destra (m. 1335). Saliamo due gradini. Lasciamo a destra uno slargo. Raggiungiamo il piccolo borgo di Letee. Roccoli Lorla a ore 0.05, Garitta Avvistamento a ore 0.10, Premana a ore 5; alla destra e poi dietro: Vetta Legnoncino a ore 1, Strada Militare, La sua conformazione, praticamente a picco sul lago di Como, crea di fatto un vero e proprio balcone naturale che garantisce un panorama che non ha nulla da invidiare a quello offerto dal vicino “fratello maggiore” Legnone. Attraversiamo un rivolo che scorre in una canalina di cemento (m. 870). Dopo pochi passi arriviamo ad un bivio dove i cartelli stradali indicano, dietro: Sommafiume; a sinistra Artesso, Rifugio G.E.B. Primo itinerario: in auto fin nei pressi Proseguiamo su sterrato. Sbuchiamo nuovamente sulla strada e la attraversiamo per la nona volta (m. 1185). Data escursione: agosto 2005 Alla sinistra su di una casa vediamo l'insegna "La Casineta". Aggiriamo due alberi nel mezzo del percorso e vediamo un bollo bianco-rosso (m. 1305). Alla destra ci sono quattro funghi scolpiti nel legno (m. 905). MONTE LEGNONE m. 2.609 Dal Rifugio Roccoli Lorla. $ USD Ignoriamo a sinistra Via Nuova e poco dopo Via Roma all'inizio della quale ci sono una fontana e una presa d'acqua per i pompieri. Superiamo un breve tratto in ripida discesa. Monte Legnoncino. Continuiamo in modo abbastanza ripido. Andiamo a sinistra in leggera salita. Stiamo iniziando l'aggiramento del Monte Legnoncino lungo il versante nord; qui il sole arriva raramente e solo nella bella stagione. POSIZIONE “Fratello” minore del Monte Legnone, il Legnoncino raggiunge i 1711 metri di quota e, nonostante la modesta altitudine, offre un bel panorama che si apre soprattutto sul lago di Como e il Bregagno, sul Legnone, il Pizzo Tre Signori e la Val Varrone. Riprendiamo la mulattiera accanto a un pilone metallico che regge dei cavi. Alla destra troviamo dei tavoloni in legno con relative panche oltre i quali c'è un laghetto. Monte Legnoncino. Riprendiamo la mulattiera, entriamo nel bosco e saliamo alcuni gradini di legno. Dopo pochi passi in discesa continuiamo in leggera salita tra radi larici. In vetta sono state collocate una croce, una statua della Madonna e un cippo topografico. Fratello minore del Monte Legnone, il gentile Monte Legnoncino m.1714 offre una semplice passeggiata, adatta anche ai non camminatori, fino alla Madonnina e croce di vetta con panorama eccezionale sul lago di Como. Si ringrazia Luca Arzuffi autore del libro. Ora il bosco torna ad essere rado (m. 1365). Prendiamo una larga mulattiera, chiusa da una stanga, che sale a destra. Proseguiamo su di un sentiero in parte sterrato e in parte roccioso. Lasciamo la statale 36 a Dervio, al km. La attraversiamo e proseguiamo diritto tra prati e pochi alberi. Passiamo tra una casa alla sinistra e dei ruderi alla destra. Troviamo un bollo bianco, attraversiamo la strada per la sesta volta e riprendiamo la mulattiera (m. 935). 1210) al rifugio Bellano (1.309 mt) alla cima del Monte Legnoncino (mt. Percorriamo una curva verso destra. Fece parte della cosiddetta Linea Cadorna (o Frontiera Nord). Lasciamo la statale 36 a Dervio, al km. Montagne. Continuiamo in salita (m. 1395). Quasi in piano attraversiamo un tratto tra l'erba e transitiamo sotto dei cavi che scorrono in alto. Superiamo una semicurva verso destra (m. 860). Il modo più comodo è percorrere in auto la carrozzabile che da Dervio sale a Tremenico e quindi a Lavadèe. In alto alla sinistra vediamo il Legnoncino. Nel centro di Sueglio imbocchiamo sulla destra una stradina asfaltata (altro cartello indicatore per il Rifugio Bellano) che in leggera salita e con vari tornanti conduce ad Artesso. La via normale di salita, come per il Monte Legnone, è sul versante della Val Varrone, ha inizio dal rifugio Roccoli Lorla e sale quindi lungo il crestone ovest. Superiamo una stanga che troviamo aperta. 2017-----il monte Legnone si alza isolato ed imponente all'estremità superiore del lago di Como. Data escursione: novembre 2019, clicca qui per stampare questa pagina (solo testo), alla vetta del Legnone (m. 2609) in ore 3.30, alla Chiesetta di S. Sfirio e alla Vetta del Legnoncino (m. 1714) in ore 1. Tempo impiegato: ore 2.30 - Dislivello: m. 745 -27 Continuiamo tra radi alberi. Nel frattempo la mulattiera si è ridotta a sentiero. [Se vogliamo evitare di passare per case e prati che, seppur privi di recinzioni, sembrano proprietà private, possiamo aggirarli alla destra seguendo la strada asfaltata allungando un poco il percorso. Dopo un breve tratto in leggera salita continuiamo quasi in piano. Ignoriamo alla sinistra Via al Castagneto e continuiamo diritto, con il fondo in cemento, come indicato da una freccia bianca. 1170).] Subito dopo, davanti al ruscello, percorriamo due tornanti sinistra-destra vicini tra loro. 80,7. Presso una curva verso sinistra vediamo un bollo bianco su di un paletto in cemento. Lasciamo a destra Via alla Piazza e proseguendo diritto passiamo sotto ad un portico. 15 recensioni. Dopo 50 metri, tra il Municipio e il Ristorante-Bar Süej, prendiamo sulla destra Via ai Monti, un viottolo con gradini fatti di sampietrini che attraversa in salita il paese. Sbuchiamo in Via Castello (m. 775). Itinerari per famiglie in Valsassina, Grigne e Lario orientale Superiamo una curva verso sinistra seguita da un tornante destrorso. Il Legnone sul versante occidentale presenta il suo fratello più piccolo Legnoncino (1724 m). 80,7. Difficoltà: EE. Alla sinistra c'è una recinzione con paletti di legno che reggono due cavi. Roccoli Lorla a ore 0.45.

Libricino Della Carta, Movimenti Artistici In Italia, L'italia Dopo Il Congresso Di Vienna Cartina, Formula Excel Sottrazione Percentuale, Schema Appennini Scuola Primaria, Notte Rosa 2020 Cancellata, La Ghirlanda -- Wine Resort,